IL FEMMINILE SELVAGGIO- PER-CORSO AL FEMMINILE ATTRAVERSO IL

RACCONTO, IL MOVIMENTO CONSAPEVOLE E IL SENTIRE PROFONDO

 

 

“Quando le donne riaffermano il loro rapporto con la natura selvaggia, vengono dotate di un osservatore interno permanente, di un conoscitore, un visionario, un oracolo, un ispiratore, un creatore, un inventore e un ascoltatore che guida, suggerisce e incita a una vita vibrante nel mondo interiore e nel mondo esterno. Quando le donne stanno con la Donna Selvaggia, il fatto di quella relazione brilla attraverso di loro. Questa maestra selvaggia, questa madre selvaggia, questa guida selvaggia sostiene la loro vita intima e la loro vita esteriore, qualunque essa sia…Queste parole, selvaggia e donna, fanno sì che le donne rammentino chi sono e perché ci sono” Clarissa Pinkola Estès

Il seminario si caratterizza nella scoperta, lettura ed esplorazione dei racconti popolari presenti in “Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estès, al fine d’incarnarli nel corpo, attraverso il movimento, il sentire profondo, nel far ri-membrare l’antica natura selvaggia del femminile, quella più ancestrale e istintiva. Nasce da una mia integrazione del racconto con la psicologia del corpo e la danzaterapia, un incontro che ho battezzato il “Racconto incarnato”.

Risvegliare la natura selvaggia, per far emergere la naturale donna che vive dentro di noi.
In particolare si rivolge alle donne che vivono situazioni di congelamento emotivo, di sottomissione, illusione, alienazione dal vero Sé, donne che vogliono e sentono il richiamo di una voce che nonostante tutto vibra e si fa sentire.

Il percorso si struttura in un seminario intensivo, della durata di un w.e, nelle città italiane. A Milano il percorso ha durata di 4 incontri di 3 ore e mezza ciascuno

ideato e condotto da : Francesca Pantò psicologa, pedagogista, counselor biosistemico, danzaterapeuta

Il logo nasce da un mio disegno che ha avuto la massima potenza espressiva grazie al sostegno del grafico olistico Stefano Marongiu.

informazioni ed iscrizioni: