A volte nel percorso di vita di ciascuno di noi ci si può trovare in una situazione difficile, conflittuale, in cui gli strumenti che abbiamo fin ora usato non sembrano efficaci a risolverla, oppure ci troviamo ad affrontare un cambiamento che ci fa sentire inadeguati, incompresi, angosciati ed incapaci a gestire la situazione.
Può capitare che di fronte a tutto ciò di rivolgersi a un professionista (a volte spinti da un familiare), solo quando i sintomi di un qualche disagio (ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi alimentari ecc) diventano ingestibili, tanto da condizionare gravemente la qualità della vita.

 

Per quale motivo è ancora oggi così difficile chiedere l'aiuto dello psicologo?

Nella nostra società sono fortemente radicati i seguenti falsi miti che contraddistinguono la figura dello psicologo:

  • perchè rivolgersi a uno psicologo quando possiamo parlare con un amico
  • nessuno può capire il mio dolore
  • Lo psicologo potrebbe manipolare la mente
  • Lo psicologo è per i matti
  • lo psicologo è per i deboli e io voglio farcela da solo
  • io sono fatto così
  • è impossibile risolvere problemi concreti solo parlando
  • lo psicologo costa troppo
  • ah...sei psicologo!

 

Rivolgersi allo psicologo è invece una cosa accessibile a tutti.
Affidarsi alle mani di un esperto, avvia un processo a due, fatto di piccoli passi in cui lo psicologo aiuta la persona ad aiutarsi facendole comprendere come funziona e per quale motivo a volte il suo modo di agire e di procedere nella vita non la fa sentire bene. Ci piace pensare allo psicologo come ad un giardiniere che ripulisce il terreno dalle erbacce e fornisce acqua, luce e nutrimento alla pianta rendendola giorno dopo giorno sempre più forte, nell'affrontare le intemperie esterne e sempre più rigogliosa e ricca di frutti da dare agli altri.


In che modo agisce lo psicologo?

  • è in grado di aiutare a sviluppare le abilità sociali
  • Instaura con la persona una relazione profonda, paritetica e rispettosa dei diversi ruoli di entrambi
  • Accoglie le emozioni manifestate rispettando i soggettivi tempi di ciascuno
  • si lascia coinvolgere dal problema del cliente ma rimane allo stesso tempo obiettivo
  • aiuta le persone ad rafforzare le risorse che possiedono
  • incoraggia la fiducia in sé stessi, l'autonomia e l'indipendenza e fa si che ci si senta meglio dopo ogni seduta


Se anche tu, ti trovi in una qualsiasi condizione di disagio, hai la possibilità di verificare di persona questi pregiudizi legati alla figura dello psicologo, prenotando un colloquio gratuito con le nostre specialiste

Dott.ssa Francesca Pantò
Dott.ssa Michela Zancaner