Licenza Creative Commons
Movistorie Musicali di Francesca Pantò e Daniele Primucci è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

La fiaba, la favole, i racconti sono potenti mezzi per facilitare nei bambini lo sviluppo linguistico, intellettivo, emotivo e relazionale, li trasportano in un’atmosfera fantastica e li  avvolgono in un immaginario creativo, accompagnandoli alla scoperta della realtà.

Movistorie Musicali è un progetto che coinvolge i bambini vivendo il racconto nel movimento e nell’ interazione con gli altri, con musica suonata dal vivo. L’attività è una sintesi ottimale di ludicità e di apprendimento, di ascolto e creatività, di conoscenza corporea e relazionale.

L’attività consiste nella lettura di una storia, precedentemente scelta ed adattata alla tematica da affrontare e alla fascia d’età dei bambini. Parallelamente al racconto viene composta ad hoc la musica che verrà suonata dal vivo, la quale non solo rafforza il senso del racconto, ma rappresenta di per sé un linguaggio fonte di apprendimento. Suoni e musica affiancano sia la lettura del testo sia le attività di danzaterapia: la fiaba infatti viene anche raccontata attraverso il corpo guidando i bambini nel movimento in relazione con gli altri, lavorando sugli schemi motori specifici di ogni età. Il movimento aiuta l' integrazione corporea del racconto favorendo i processi relazionali ed espressivi.
La potente sinergia che si crea tra le attività di movimento e la musica dal vivo favorisce l’apprendimento su più livelli: le emozioni del testo non sono semplicemente evocate, ma realmente vissute nel corpo, condivise con gli altri, ed “educate”.

Poiché il bambino nelle diverse fasi evolutive è caratterizzato da diverse modalità di apprendimento, MoviStorie Musicali assume forme differenti in base alla fascia d’età presente. Nella fascia 6-8 anni (bambini senza l’accompagnamento dei genitori) è presente la lettura del testo. La sala viene suddivisa in due spazi, quello della lettura e quello del movimento, che si alternano durante l’attività. La musica è sempre presente. Nella fascia 3-5 anni (bambini accompagnati dai genitori) MoMu abbandona del tutto la lettura del testo scritto in favore di un racconto che prende forma nel dialogo corporeo e musicale tra docenti e bambini, e tra bambino e bambino; lo spazio del movimento e lo spazio del racconto coincidono poiché dall’uno nasce l’altro